In settimana irruzione polare

Gli importanti movimenti su scala emisferica hanno messo in difficoltà la rotazione del vortice polare troposferico che, grazie alla spinta combinata tra più anticicloni, si è scisso in 2 sezioni di cui una sul lato Pacifico-asiatico e una sul lato Atlantico, quest’ultima è quella che ci riguarda maggiormente, infatti lo Leggi tutto…

L’epifania l’anticiclone porta via

Si va rinforzando l’anticiclone sul Mediterraneo grazie ad una vasta area di bassa pressione tra il nord Atlantico e l’Europa settentrionale, tale area depressionaria infatti apporta tese correnti occidentali sull’Europa meridionale. Tale situazione dunque, almeno sul Mediterraneo centrale dovrebbe rimanere invariata per le prossime 48-72 ore, sebbene sullo scenario Europeo Leggi tutto…

Tempo in peggioramento, forti piogge in serata poi crollo termico

Una vasta struttura depressionaria, centrata in prossimità dei paesi bassi, sta pilotando aria polare marittima sull’Europa occidentale e, in risposta, aria sub-tropicale sull’Europa centro-settentrionale. Nel corso delle prossime ore, con lo spostamento del centro di bassa pressione sull’Europa orientale, l’aria più fredda farà ingresso sul Mediterraneo centrale e dunque anche Leggi tutto…

Quando l’aria fredda entra da est

Una delle tipiche irruzioni fredde per l’Italia è la “retrogressione” da est, ovvero aria fredda che dall’Europa orientale irrompe sull’Italia dai Balcani(attivando anche la famosa Bora a Trieste), questo tipo di massa d’aria è di tipo continentale con il freddo che si accumula anche nei bassi strati dell’atmosfera(quelli prossimi al Leggi tutto…