Le raccomandazioni non sono bastate per evitare le tragedie.

 

Che sia colpa del maltempo dell’imprudenza o della fatalità, poco importa. Il maltempo ha picchiato duro, e delle persone hanno perso la loro vita.
Di fronte alle tragedie le polemiche che ci sono state questi giorni sulle allerte, non hanno alcun valore. Ci teniamo invece a ricordare di rispettare le raccomandazioni della protezione civile e di usare la massima prudenza durante queste fasi delicate.

La conta dei danni è lunga e sembra un bollettino di guerra:

TERRACINA – Giornata da dimenticare, molti gli alberi caduti ed è qui che c’è stata unadelle prime vittime. Vi mostriamo come si presentava oggi pomeriggio Viale della Vittoria.

Decine di alberi caduti e numerose le chiamate ai vigili del fuoco

Le altre due vittime sono in provincia di Frosinone, dove un albero  è caduto su una smart in via di Casilina. Morti sul colpo i due occupanti.

Vigili del fuoco e soccorritori sul luogo in cui un albero è caduto su un’auto in transito, uccidendo due persone che erano a bordo, Castrocielo (Frosinone), 29 ottobre 2018.
ANSA/ANTONIO NARDELLI www.ansa.it

La quarta vittima di questa ondata di maltempo è un giovane ventenne che stava percorrendo a piedi la strada per tornare a casa nel quartiere di fuorigrotta, Caserta.
Il giovane è stato colpito da un albero sradicato dalle forti raffiche di vento, inutile la corsa dei sanitari del 118  in ospedale, ove il  ragazzo è deceduto poco dopo.

L’ultima è una donna. Durante una forte raffica di vento, la stessa è stata colpita da un oggetto. Il decesso è avvenuto a causa del fortissimo trauma cranico. La cosa peggiore è che si teme che l’oggetto che l’ha colpita possa appartenere ai pali dell’illuminazione pubblica, sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri.

Innumerevoli danni anche sulla toscana, ove stamattina le zone di rosignano e di orciano sono state flagellate da una probabile tromba d’aria che ha scoperchiato i tetti di case e fabbricati.

Liguria, la proroga dell’allerta.

Proroga dell’allerta nella regione da parte delle istituzioni, in senso delle  forti precipitazioni si temono ancora frane e smottamenti

Vogliamo rammentarvi che  domani resteranno chiuse le scuole di Milano, Venezia, Roma, e in tutte le zone dove è stata prorogata l’allerta della protezione civile.

Previsioni:

Il ciclone depressionario che interessato in questo week-end, domani probabilmente scivolerà verso nord. I venti di scirocco saranno sostituiti da quelli di libeccio, e  le raffiche di vento andranno attenuandosi con gradualità mentre le piogge si faranno via intermittenti, fino ad esaurirsi in serata, facilitando cosi le operazioni dei vigili del fuoco.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *